Come scegliere le lampade per il bagno: guida all’acquisto.

Hai da poco cambiato casa e vorresti ristrutturare il bagno? Hai necessità di cambiare l’illuminazione della tua lavanderia, ma non sai da che parte iniziare?

Abbiamo preparato per te una guida per la scelta dell’illuminazione giusta per il tuo bagno, mettendo la tua sicurezza al primo posto.

Ecco gli step da seguire per illuminare il tuo bagno

1. Ogni punto del tuo bagno ha bisogno del giusto grado di protezione IP

L’illuminazione delle stanze da bagno necessita di lampade specifiche che rispettino determinati standard di protezione dall’acqua e dall’umidità.
Questi standard sono racchiusi nel valore IP, acronimo di "International Protecting". L’IP è costituito da 2 numeri: il primo numero indica il grado di protezione contro i solidi, il secondo contro acqua e umidità. 

A seconda di dove hai necessità di posizionare la tua fonte di luce dovrai scegliere lampade dal grado IP differente: ogni zona del bagno ha delle regole specifiche, l’immagine a fianco ti aiuterà ad individuarle. 

  • Zona 1: è la più vicina alla vasca o alla doccia (fino a 225 cm sopra il fondo della stessa), dove troviamo molta umidità e senz’altro dell’acqua. Per questa zona scegli lampade con grado di protezione alto, IP65:  dai un’occhiata alle nostre lampade resistenti all’acqua della linea EIVA.  

  • La zona 2 è situata direttamente sopra la cabina doccia, attorno al lavandino e intorno alla vasca da bagno e fino a 60 cm dalla zona 1. Per questa zona scegli lampade con grado di protezione minimo IP44come le soluzioni d’illuminazione firmate Creative-Cables realizzabili con il Sistema Filè e il Sistema Lumet

  • Il resto del bagno, non ha contatto diretto con gocce d'acqua, ma può averne con la condensa e richiede un valore minimo di IP21

2. A ogni lampada la sua funzione

In bagno svolgiamo numerosissime attività e oltre a scegliere un’illuminazione che sia sicura e in stile con il nostro arredamento è importante sceglierla in base alla funzione che può svolgere.

Vediamo insieme come poter sfruttare al meglio l’illuminazione del tuo bagno.

Lampade per truccarsi

Le lampade orientabili sono perfette per essere posizionate ai lati di uno specchio dove ci si fa la barba, ci si trucca oppure si fa la manicure. Grazie allo snodo di cui sono dotate è possibile regolare l’inclinazione della luce sia in verticale che in orizzontale, in maniera da adattarne l’utilizzo a seconda delle vostre necessità.
Noi ti consigliamo di dare un’occhiata ai Fermaluce EIVA per delle lampade a muro orientabili e resistenti all’acqua.

Lampade per specchi

Vorreste aumentare la luminosità della stanza da bagno installando uno o più punti luce vicino alla specchiera?
Per questo scopo sono perfette le lampade a muro con estensione a L, sia nella versione con paralume che in quella con lampadina LED decorativa. Per una maggiore sicurezza scegli delle lampade con grado IP65.

Sospensioni in bagno

Se invece quello di cui hai bisogno è una lampada a soffitto, potresti optare per una lampada a sospensione completa di paralume o con lampadina a vista. Per adattare il lampadario alle esigenze del tuo bagno ti consigliamo di creare la tua lampada su misura resistente all'acqua, scegliendo la lunghezza del cavo tessile e se decentrarla in modo da modulare al meglio la luce all’interno del tuo spazio. Con le lampade a sospensione EIVA potrai abbinare i colori dei componenti al tuo bagno e realizzare l’illuminazione su misura che hai sempre desiderato.

Postato il 2021-04-08 Guide all'acquisto

Menu